Pizzeria Betra Salerno

Salernitana-Cesena, tra precedenti e Castori sempre col “dente avvelenato”

Tante sfide all'Arechi tra i romagnoli e i granata

Enzo Sica

166

I romagnoli del Cesena hanno una tradizione sfavorevole a Salerno. Ed i granata di Stefano Colantuono, alla vigilia di questo match, si aggrappano proprio ai precedenti positivi per cercare di mettere il sigillo ai tre punti che sarebbero fondamentali per una salvezza. Ma attenti a Castori, allenatore dei bianchi cesenati, un ex che ha ancora il dente avvelenato e quando è tornato all’Arechi come avversario (vedi con il Carpi la scorsa stagione) è sempre tornato a casa con il bottino pieno. Fanno gli scongiuri i tifosi granata che guardano soprattutto ai precedenti con il Cesena. Ebbene solo otto volte e sempre in cadetteria si sono incontrate le due squadre. Tre le vittorie della Salernitana, cinque i pareggi, nessuna sconfitta. Dunque pollice in alto per la squadra di Colantuono che contro i romagnoli ha sempre sfoderato buone prestazioni. Lo scorso anno fu pareggio, 1 a 1, ma con tante recriminazioni da parte salernitana cui non bastò un gran gol di Bovo per vincere la gara. Va anche sottolineato un altro dato. Salernitana e Cesena nella loro lunghissima storia calcistica non  si sono mai incrociate negli anni addietro sul terreno dello storico Vestuti di Piazza Casalbore. Hanno sempre militato in gironi diversi del campionato di C e solo in B hanno disputato i loro otto incontri.

Sport1

Commenti

I commenti sono disabilitati.