Pizzeria Betra Salerno

Salernitana-Avellino, 24 ore al derby

Domani il match, sarà anche Colantuono contro Novellino

Enzo Sica

249

Che sia un derby da seguire a tutti i costi questo Salernitana-Avellino in programma domenica all’Arechi lo dimostra la corsa al biglietto che i tifosi della squadra granata hanno fatto (e stanno facendo) proprio per accaparrarsi il ticket di ingresso. Più di 8mila tagliandi venduti e mancano ancora diverse ore alla gara. Fantastico davvero perché se si pensa che nelle ultime due gare interne contro Carpi e Parma c’è stato un calo impressionante di spettatori allora vuol dire che la Salernitana, a prescindere da tutto e da tutti, tira sempre. Certo c’è chi storce il naso perché per vedere il principe degli stadi offrire un colpo d’occhio eccezionale c’è bisogno sempre di una partita di cartello ma crediamo che sia un fatto puramente fisiologico visto che finora la squadra granata non ha offerto certamente spettacoli esaltanti nelle sue apparizioni interne. Ma possiamo condividere il pensiero di tanti che dicono come ii tifoso dovrebbe essere sempre presente, nel bene e nel male, e non solo quando si giocano, come in questo caso, gare di cartello. Punti di vista ma certamente condivisibili quasi in toto. Dunque è alle porte questo Salernitana-Avellino, sulla scia del gol di Minala al 96′ in un Partenio Lombardi annichilito dalla rimonta granata. Impressionante, fantastica, favolosa. Aggettivi usati allora che si ripropongono anche per la gara di domenica. E non è banale dire che con le due squadre a pari punti in classifica (ma l’Avellino deve recuperare una gara) ci sarà davvero grande battaglia in tutti i sensi. Oltre duemila gli avellinesi che arriveranno, scortati dalla polizia, all’Arechi. Strade vicino allo stadio blindate, container per separare le due tifoserie. Insomma ci sono tutte le premesse per assistere ad una grande gara. Colantuono dopo la vittoria di Ascoli ha salvato la panchina ma soprattutto ha acquisito quell’autostima da parte di tutta la squadra che, per la verità, si era  già espressa in maniera favorevole al tecnico romano emanando un comunicato nel quale chiedevano scusa ai tifosi rimarcando il loro attaccamento alla casacca. Una gara con tante incognite ancora da un a parte e dall’altra. Colantuono ha in mente il 4-3-3, modulo vincente nelle Marche. Dunque aspettiamoci una Salernitana a trazione anteriore, di contro la “vecchia volpe” Novellino con una gara molto accorta vorrebbe cancellare la clamorosa rimonta della gara di andata. Ne vedremo delle belle ma soprattutto speriamo di assistere ad un grande spettacolo sia sul terreno di gioco che sugli spalti.

Sport1

Commenti

I commenti sono disabilitati.