Assistenza computer salerno e provincia

Ruggi, morì per una diagnosi errata, sotto processo nove medici

La donna fu operata per ben due volte senza risultati, perse la vita nel 2013 per un aneurisma

Federica D'Ambro

501

Morì per una diagnosi errata, ora sotto processo nove medici.
Antonia Quaranta perse la vita a 57 anni,dopo essersi rivolta per ben due volte all’ospedale Ruggi d’Aragona, ed essere rimandata a casa, con una diagnosi di una comune cefalea. La donna morì nell’agosto del 2013 per un aneurisma che probabilmente le era stato diagnosticato in ritardo e per il quale i chirurghi del Ruggi la operarono due volte, senza riuscire a salvarla.

Secondo quanto riporta il quotidiano La Città, dopo due anni di indagini, gli inquirenti hanno chiesto che per quella morte vengano processati nove medici: gli stessi che ebbero in cura la donna sia all’ospedale di Battipaglia che in quello salernitano. Nelle prossime settimane si terrà l’udienza preliminare.

Assistenza computer salerno e provincia

Commenti

I commenti sono disabilitati.