Assistenza computer salerno e provincia

Ruggi, bimbo di 15 mesi ingerisce hashish: è fuori pericolo

Il piccolo è stato traferito al reparo di Pediatria del nosocomio di Battipaglia

Federica D'Ambro

560

Corsa contro il tempo per un padre e il suo piccolo di 15 mesi al Ruggi d’Aragona. Ieri sera, intorno alle 21, il genitore si è recato al pronto soccorso del Ruggi, perchè il figlio aveva ingerito un quantitativo – ancora sconosciuto – di hashish. Subito il piccolo è stato trasferito al reparto di Pediatria per i controlli del caso. In quel momento, il padre ha confessato di fare uso di sostanze stupefacenti, temendo che il figlio potesse aver ingerito hashish. Il bimbo è stato trasferito al reperato di Pediatria di Battipaglia, dove in seguito ad analisi delle urine, è stata certificata la presenza della sostanza. Una notte non facile per il piccolo di 15 mesi, anche se, già da questa mattina, le sue condizioni sono migliori, e il giudizio dei medici è positivo. Non sembra quindi essere in pericolo di vita.

“E’ stato un episodio spiacevole, intorno alle 21, presso il nostro reparto è arrivato questo genitore con il figlio che era diventato ipotonico. Un effetto che non è sembrato più strano quando il padre ha confessato dell’hashish. – ha dichiarato il primario di Pediatria del Ruggi, Rosario Pacifico – Successivamente ai primi esami, è stato trasferito al nosocomio di Battipaglia. Attualmente non si conosce la quantità di hashish nel corpo del piccolo ma, nonostante una notte difficile, oggi si sta riprendendo facilmente”.

Assistenza computer salerno e provincia

Commenti

I commenti sono disabilitati.