Pizzeria Betra Salerno

Porta ancora sguarnita: si chiude nelle prossime ore per Radunovic

Le due società hanno da tempo trovato l'accordo, il difensore serbo scenderebbe di categoria solo ed esclusivamente per rivestire la maglia granata

Luca Viscido

229

Oggi esattamente 12 luglio 2018 è iniziata con la prima sessione di allenamento della nuova stagione della Salernitana 2018/2019 a porte aperte al campo Volpe, dinanzi a circa 200 tifosi. La squadra regolarmente messa sul rettangolo verde da Stefano Colantuono ha presentato come evidentemente pre-annunciato vari ruoli scoperti che il ds Angelo Fabiani dovrà colmare entro il 17 agosto alle ore 20:00. Uno di questi è quello lasciato vacante da Boris Radunovic. Ma proprio quest’ultimo secondo voci che provengono da Bergamo e confermate qualche giorno fà dalla società di Via Allende dovrebbe difendere per un altro anno i pali granata. Un calciatore che scenderebbe di categoria solo ed esclusivamente per tornare a Salerno dopo l’ottimo finale della scorsa stagione.  Dall’altro lato c’è sicuramente il fascino da parte dell’estremo difensore serbo di misurarsi con la massima serie e farlo con la maglia orobica lo affascina ancor di più. Sicuramente non da protagonista visto che il numero uno attuale della società del presidente Percassi resta Berisha, proprio quest’ultimo aspetto spingerebbe Radunovic a giocarsi per il secondo anno consecutivo le sue carte da protagonista all’ombra dell’Arechi, cercando di spingere la squadra di Lotito e Mezzaroma ad ottenere traguardi importanti. Nel frattempo la Salernitana si è cautelata con gli estremi difensori, Lazzari l’anno scorso alla Lupa Roma e Russo protagonista dell’annata appena trascorsa con la maglia della Sarnese in serie D, entrambi verranno valutati a Rivisondoli dal mister di Anzio. Un altro elemento giovane e promettente potrebbe arrivare sempre dalla società lombarda, si tratta del classe 95 Nicolò Fazzi. L’anno scorso protagonista con la maglia del Cesena. Sia per lui che per Radunovic la situazione potrebbe sbloccarsi a breve con il fatidico nero su bianco e successiva partenza per il ritiro abruzzese, per mettersi subito a disposizione di mister Stefano Colantuono.

Sport1

Commenti

I commenti sono disabilitati.