Assistenza computer salerno e provincia

Omicidio a Battipaglia, 74enne strangolata in casa dal figlio – FOTO

Le prime ricostruzioni degli inquirenti dopo il ritrovamento del cadavere

Federica D'Ambro

924

AGGIORNAMENTO – 18:00 – 24 dicembre

Ecco la ricostruzione dei Carabinieri sul delitto.

In nottata, i Carabinieri della Compagnia di Battipaglia hanno sottoposto a fermo di indiziato di delitto, emesso dalla Procura della Repubblica di Salerno, il 42enne G.C., celibe, in quanto ritenuto responsabile dell’omicidio della madre 74enne con la quale conviveva in un appartamento di via Tafuri di Battipaglia.

I militari sono giunti al rinvenimento del cadavere della donna a seguito di una richiesta di intervento, pervenuta poco prima delle 9:00 di ieri 23 dicembre, dai residenti di una palazzina situata nei pressi del Parco delle Magnolie, che segnalavano un uomo che si aggirava all’interno del condominio con fare sospetto.

Una volta sul posto, i Carabinieri hanno bloccato il 42enne mentre si intratteneva ancora nel palazzo e, dopo averlo identificato, lo hanno accompagnato nella sua abitazione, situata di fatto all’interno dello stesso stabile, dove, nel corso di un’ispezione dell’appartamento, hanno rinvenuto, nella camera matrimoniale, il corpo senza vita della madre.

Le indagini immediatamente avviate dai Carabinieri della Compagnia hanno permesso di appurare come l’uomo, la sera precedente l’intervento, ovvero il 22 dicembre, alle ore 20:00 circa, nel corso di una violenta lite occorsa con la genitrice, affetta da schizofrenia paranoidea per la quale era stata in cura presso strutture mediche specializzate per oltre 20 anni, l’abbia afferrata al collo causandone il decesso per asfissia.

Espletate le formalità di rito, il 42enne è stato trasferito al reparto di articolazione mentale del carcere di Fuorni, a causa del forte stato confusionale in cui è stato trovato.

AGGIORNAMENTO – 21:05

Il figlio della donna, fermato dai Carabinieri, ha reso questo pomeriggio dichiarazioni autoaccusatorie anche se davanti ai militari si è dimostrato disorientato. Verrà comunque associato al carcere di Fuorni.

Tragedia questa mattina a Battipaglia, dove nei pressi dello Stadio Pastena, è stato rinvenuto all’interno di un’abitazione, il corpo senza vita di una 74enne. Le forze dell’ordine sono giunte sul posto poco dopo le 9 di questa mattina, a seguito di un intervento per molestie condominiali, ritrovandosi dinanzi al corpo senza vita di una 74enne all’interno della propria camera da letto. All’interno della casa era ancora presente il figlio 42enne, incensurato nullafacente, verosimilmente instabile psicologicamente. Stando alle prime ricostruzioni ad uccidere la donna è stato proprio il figlio, fermato e condotto in caserma per essere ascoltato. Sul cadavere sono stati riscontrati segni di strangolamento che potrebbero essere stati causati con una cinghia. Il figlio della donna non era mai stato sottoposto a Tso, trattamento sanitario obbligatorio, non era seguito dai servizi sociali dell’amministrazione, non aveva mai avuto atteggiamenti che potevano rappresentare un pericolo, secondo fonti comunali.

Assistenza computer salerno e provincia

Commenti

I commenti sono disabilitati.