Assistenza computer salerno e provincia
Scarpe per bambini - Millepiedi

No alla violenza sulle donne, gli studenti salernitani insieme per sensibilizzare

Evento questa mattina presso il teatro Augusteo, spettacolo tratto da libro di Serena Dandini

Marco Rarità

915

Dove e quando

Teatro Augusteo di Salerno

“Allontanatevi dagli stereotipi di genere”, è questo il messaggio lanciato dall’assessore alla pubblica istruzione e pari opportunità del Comune di Salerno Eva Avossa ai giovani studenti salernitani che ieri hanno preso parte all’incontro di sensibilizzazione e informazione sul fenomeno della violenza sulle donne.

L’evento, promosso in collaborazione con la direzione scolastica provinciale di Salerno presso il teatro Augusteo, coordinato da Ketty Volpe del Miur, si è tenuto anche  in vista della ricorrenza dell’8 marzo. «In questi giorni è importante ricordare le vittorie e le lotte per raggiungere i diritti delle donne, sia nel campo politico, come sociale ed economico – ha ricordato l’assessore Eva Avossa –  Sensibilizziamo perché, anche in questo periodo, c’è un aumento di violenza di genere, in particolare il femminicidio.

È un momento di riflessione per i ragazzi del liceo ma non solo, io dico che per contrastare questo fenomeno e per prevenirlo occorre riconoscerlo. È importante cominciare con l’educazione di genere fin dall’infanzia, è per questo che l’assessorato alla pubblica istruzione del Comune di Salerno da anni attua nelle scuole questi progetti di educazione – ha proseguito Eva Avossa –  In particolare, quest’anno, siamo partiti con un progetto per la scuola primaria con l’obiettivo di eliminare e contrastare gli stereotipi di genere. I ragazzi e le ragazze non devono essere vittima di questi stereotipi, imbrigliarsi in ruoli predefiniti che poi sono difficili da dimenticare, sono questi l’origine della violenza».

Durante la manifestazione sono intervenuti Maria Teresa Belmonte, la presidente del tavolo istituzionale per la lotta alla violenza di genere e Pio Amoriello vice Questore di Salerno. «Il tavolo è stato costituito qui a Salerno circa un anno fa – spiega Maria Teresa Belmonte – sono stati messi insieme una serie di professionalità sia istituzionale che di associazioni di donne in lavoro sul territorio. Si occupa per volontà delle Nazioni Unite di affrontare sotto diverse angolazioni la violenza di genere. Non ci riferiamo solo alle donne ma a chiunque viene discriminato per differenza di genere, è un problema molto ampio». Nel corso della mattinata gli studenti hanno assistito allo spettacolo teatrale “Voci dal sottosuolo” liberamente tratto dal libro di Serena Dandini “Ferite a morte”.

 

Assistenza computer salerno e provincia
Matterello - Pizzeria a salerno

Commenti

I commenti sono disabilitati.