Pizzeria Betra Salerno

Tutto nero a Bari, l’incubo di ripartire dalla D

Nel cda dei baresi spaccatura sulla ricapitalizzazione, intanto ieri in Lega hanno "bloccato" i ripescaggi: l'obiettivo è una B a 20 squadre

1230

Assemblea di Lega B ieri in via Rosellini a Milano. Presenti 20 società. In apertura il presidente Mauro Balata ha condiviso la proposta della città di Cosenza e del club di ospitare la presentazione del calendario della Serie BKT 2018/19 il prossimo 31 luglio. Con lo stesso consenso ottenuto per individuare la location del calendario, l’unanimità, l’Assemblea ha poi deciso di non accettare l’offerta proveniente da Rai relativa al pacchetto ‘Dirette anticipi in chiaro’, considerandola insoddisfacente, e ha deliberato di proseguire le trattative private, che si terranno il 16 luglio, con i due soggetti che hanno manifestato l’interesse all’acquisto, Rai stessa e RTI.

Deliberata sempre all’unanimità una nuova ripartizione delle risorse, mirata a una maggiore sostenibilità economica e a una valorizzazione dei giovani scesi in campo, dopo che nei giorni scorsi il presidente Balata aveva convocato una riunione con i referenti amministrativi delle società con l’obiettivo finale di trovare un percorso comune in relazione al tema della mutualità per la stagione 2018/19.

Tema ripescaggi.

Accolta all’unanimità la proposta del Brescia calcio di chiedere alla Federazione il blocco, fin dalla stagione attuale, dei ripescaggi, nel caso di mancata iscrizione al prossimo campionato di Serie BKT, fino a un massimo di 20 società.

Caso Bari.

Ancora riuniti Cda e Collegio sindacale del Bari. C’è una netta spaccatura e fase di stallo sulla decisione di ricapitalizzazione, tesi portata avanti da Giancaspro tramite una cessione di crediti che, comunque, pare non convincere il consiglio, così come la stessa Covisoc. L’atmosfera è tesa in casa biancorossa, il Bari rischia seriamente il fallimento con la possibilità di ripartire dalla D. Situazione ancor più drammatica dopo la decisione di Paparesta che ha bocciato la ricapitalizzazione. Il sindaco di Bari, intanto, ha inviato una sorta di invito di manifestazione d’interesse a diversi imprenditori baresi, un invito di prestito, al Bari servono 130mila euro per iscriversi al campionato. Al netto di questo si prevede l’uscita in società di Giancaspro.

Sport1

Commenti

I commenti sono disabilitati.