Pizzeria Betra Salerno

Marino “striglia” le rondinelle, la Leonessa cambia contro la Salernitana

Il 3-4-2-1 del tecnico, qualche variazione a centrocampo, alle spalle dell'intramontabile Caracciolo

Carmine Raiola

380

Si è entrati nel vivo della settimana di Brescia-Salernitana, con la squadra lombarda in un periodo tutt’altro che positivo, come evidenziato dalla sconfitta nel match di Cesena che non ha dato continuità ai due pareggi delle precedenti giornate.  La partita del Manuzzi ha offerto una delle più brutte prestazioni delle rondinelle fino ad ora, approccio che ha fatto infuriare il tecnico Pasquale Marino, ha criticato i suoi uomini per la gran quantità di palloni persi e per la poca concretezza dimostrata, fattori che hanno portato a notevoli passi indietro dal punto di vista tattico.
Ieri mattina le rondinelle hanno ripreso gli allenamenti alle 11: 30 al San Filippo e per  la sfida di sabato il tecnico della Leonessa potrebbe schierare i suoi undici con il classico 3-4-2-1 apportando però qualche cambiamento degli interpreti. In porta confermato Minelli il quale nella partita di Cesena ha tenuto con alcuni interventi la sua squadra in partita. In difesa dovrebbero esserci nuovamente Coppolaro, l’esperto Gastaldello e Lancini. A centrocampo i maggiori cambiamenti: confermati Cancellotti sulla fascia destra e Martinelli al centro, i dubbi restano sulla posizione di Dimitri Bisoli.
Il centrocampista figlio d’arte (è infatti il figlio di Pierpaolo Bisoli attuale tecnico del Padova) nell’ultima partita ha invertito la sua posizione con Federico Furlan, giocando qualche metro più avanti e creando anche l’unica occasione di rilievo delle rondinelle. Bisognerà capire, quindi, se Marino avrà intenzione di cambiare: con Bisoli sulla linea di centrocampo e Furlan in avanti oppure riconfermare le posizioni di Cesena. A fare coppia con uno dei due fantasisti l’interessante Pepìn che nella partita del Manuzzi ha lasciato spazio a Ferrante subentrando a gara in corso al posto proprio di quest’ ultimo.
Come unica punta giocherà il capitano, l’airone Caracciolo che fin ora ha siglato 8 gol in 16 partite ed è il miglior marcatore stagionale del Brescia.
Ex di questa partita è Ricardo Bagadur il cui nome evoca per i tifosi granata dolci ricordi, con i suoi due gol a tempo scaduto di Cesena ed Ascoli ha contribuito alla salvezza granata.

Sport1

Commenti

I commenti sono disabilitati.