Assistenza computer salerno e provincia

“Mare Sicuro”, il senatore Cardiello presenta un’interrogazione parlamentare

Cardiello chiede ad Alfano e a Orlando verifiche su ipotesi di voto di scambio e irregolarità nella procedura di affidamento

admin

532

Ipotesi di voto di scambio e irregolarità nella procedura di affidamento dei servizi comunali alla marina di Eboli con l’adozione del progetto “Mare Sicuro”. Sono queste le motivazioni con cui il senatore di Forza Italia Franco Cardiello scrive al ministro della Giustizia Andrea Orlando e al ministro dell’Interno Angelino Alfano depositando un’interrogazione parlamentare a risposta scritta in Commissione con la quale chiede al Governo celeri verifiche. Oggetto dell’indagine parlamentare sarà la procedura di affidamento dei servizi di vigilanza e salvataggio a mare avvenuta, secondo il senatore Cardiello: “Senza una regolare procedura pubblica nè indagini di mercato. La violazione dei principi di trasparenza, concorrenza e imparzialità della Pubblica Amministrazione non può e non deve passare inosservata”. Cardiello contesta inoltre: “Le numerose assunzioni tra parcheggiatori e vigilantes effettuate dopo pochi giorni dalla conclusione del turno di ballottaggio del 14 giugno e in gran parte corrispondenti a sostenitori dell’attuale amministrazione. Questo fa riflettere su quali criteri sono stati adottati per le selezioni, chiedo venga verificato se siano state realizzate condotte ascrivibili al voto di scambio”.

Arriva celere la replica del sindaco Massimo Cariello che dichiara: “Apprendo con sconcerto, ma anche con evidente delusione, dell’interrogazione parlamentare presentata dal senatore Franco Cardiello. Immaginavo che un parlamentare, al contrario, si sentisse in “dovere” di complimentarsi con l’amministrazione comunale, per la prima volta nella storia a guida dei moderati di centrodestra, che nonostante le macerie finanziarie lasciate in eredità dal centrosinistra a guida Pd, aveva avuto la capacità di motivare gli uffici comunali in poche ore, affinché predisponessero gli atti per un affidamento possibile e regolare, in modo da garantire servizi necessari alla popolazione. Immaginavo che il senatore Cardiello, invece di remare ancora una volta contro Eboli ed i suoi cittadini, riconoscesse l’efficienza della nuova amministrazione comunale, dalla quale il suo partito è fuori grazie alle scelte esclusivamente familiari sue e del suo erede bocciato dalle urne. Ed ancora credevo che l’impiego nei servizi di addetti della società che effettua il servizio, insieme con parcheggiatori della Multiservizi e ancora l’utilizzo di giovani addetti al salvamento sulle spiagge, tutti in possesso di titolo specifico professionale, fossero per il senatore Cardiello un atto di massima trasparenza per dare risposte alle istanze degli ebolitani. Invece, ancora una volta vedo che il parlamentare ebolitano, così come aveva maldestramente tentato di fare il figlio in occasione del Consiglio Comunale di giovedì, quando ha tentato di impedirne inutilmente l’insediamento, continua a remare contro Eboli e contro gli ebolitani. Gli elettori sono stati chiari nelle urne amministrative, lo saranno ancora di più nelle prossime elezioni”.

Assistenza computer salerno e provincia

Commenti

I commenti sono disabilitati.