Lotito indagato: tentata estorsione

Alla base dell'indagine della Procura di Napoli le telefonate con Iodice

Nicola Roberto

513

Blitz della Digos nella sede della Federcalcio nell’ambito di un’inchiesta condotta dalla Procura di Napoli nell’ambito della quale risulta indagato per tentata estorsione Claudio Lotito. A quanto si è appreso l’inchiesta è scaturita dalla registrazione di una telefonata con Lotito consegnata agli inquirenti dal dg dell’Ischia Calcio, Pino Iodice, nei mesi scorsi. I presunti illeciti riguardano l’erogazione di finanziamenti a società calcistiche. L’inchiesta è condotta dai pm di Napoli Vincenzo D’Onofrio, Vincenzo Ranieri, Stefano Capuano e Danilo De Simone ed è coordinata dal procuratore aggiunto Vincenzo Piscitelli.
Tutto nasce dalle intercettazioni delle telefonate tra Pino Iodice e Claudio Lotito diffuse dal dirigente dell’Ischia il 13 febbraio. Iodice rivelò, poi, di avere altri audio “che attestano come Claudio Lotito mi abbia minacciato, in caso di mancato appoggio all’attuale governance, di togliere i finanziamenti che ci spettano”: tali audio sono stati consegnati alla Procura di Napoli ma mai consegnati ai media.

Commenti

I commenti sono disabilitati.