Scarpe per bambini - Millepiedi

Ecco la 28esima edizione di GustatiGiovi

L'idea è quella di portare il pane Igp delle colline salernitane sulle tavole di tutt'Italia

238

L’edizione 2018 della kermesse di Giovi Bottiglieri – incentrata ancor di più sulla valorizzazione e la promozione del patrimonio gastronomico e turistico delle frazioni collinari di Salerno – potrebbe rappresentare il primo passo per l’avvio dell’iter finalizzato all’ottenimento del marchio di tutela territoriale per il famoso pane di Giovi e per tutti gli altri prodotti tipici della tradizione locale.

Da martedì 3 a lunedì 9 luglio 2018 presso il Giovi Village di Giovi Bottiglieri (Salerno) si svolgerà la ventottesima edizione del GustatiGiovi.

La manifestazione, organizzata dal circolo Anspi “Vivere Insieme”, ogni anno attira verso le zone collinari un numero sempre maggiore di abitanti della città e dintorni in un più ampio progetto di rivalutazione e tutela del territorio. Il Gustatigiovi è l’evento di punta dell’Associazione. Alla base l’idea di andare oltre la semplice sagra e dare vita ad un vero e proprio evento.

‹‹Obiettivo primario – ha sottolineato Luigi Martino, presidente dell’associazione – è quello di promuovere l’intero patrimonio della tradizione culinaria della collina salernitana, la genuinità dei suoi prodotti, con uno sguardo al futuro, ripercorrendo ogni sera grazie ad un menù diverso, i sapori di un tempo. Proprio la speciale combinazione spettacolo, cultura e cibo ha portato al successo questo format, rendendolo inimitabile ed unico.››

Il programma prevede un’ampia offerta gastronomica; inoltre, tutte le sere, ci saranno biscotti di grano, pane fresco tipico e panini imbottiti. È proprio il pane di semola di grano duro, cotto nei vecchi forni a legna e dal profumo inconfondibile, il protagonista indiscusso della kermesse. Il pane, un patrimonio da salvaguardare e un prodotto per il quale si auspica, un giorno, il riconoscimento del marchio di tutela, nelle sue varie tipologie e nell’interesse dell’intera comunità collinare.

Si svolgerà, inoltre, nell’ambito della manifestazione, la seconda edizione del Premio “Cucchiarella d’oro”, un concorso, su invito, per l’interpretazione moderna di ingredienti della tradizione salernitana.

Variegata l’offerta artistica, scelta in collaborazione con lo staff del Teatro delle Arti e del Premio Charlot. Si segnalano: venerdì 6 luglio, da Made in Sud, Alessandro Bolide – cabaret; sabato 7 luglio: Luciano Capurro in Caffè Chantant – varietà; domenica 8 luglio: da Made in Sud: Enzo e Sal – cabaret

L’apertura degli stand gastronomici è a partire dalle ore 20.30

È, inoltre, previsto un servizio navetta gratuito.

Negli spazi della manifestazione sarà presente un punto informativo de “Il villaggio di Esteban” cooperativa sociale che da anni opera sul territorio in campo socio-sanitario.

Matterello - Pizzeria a salerno

Commenti

I commenti sono disabilitati.