Sport1

Inzaghi sibillino: “Tutto può succedere”

Il tecnico della Primavera della Lazio a breve incontrerà Lotito

Roberta Sironi

482

E’ finita con una sconfitta giunta soltanto ai calci di rigori l’avventura stagionale della Lazio Primavera. Lo scudetto di categoria è andato infatti al Torino, pù freddo dagli undici metri, dopo che i tempi regolamentari erano terminati sul risultato di 1-1. Presente alla finale tricolore anche il patron Lotito, che si è presentato allo stadio scortato dai suoi più stretti collaboratori. E’ stata un’annata positiva per il tecnico Simone Inzaghi, bravo a traghettare i suoi giovani calciatori fino alla finale scudetto. Ma adesso che gli impegni sono finiti, è tempo di pensare al futuro per il più giovane dei fratelli Inzaghi. Dopo l’esperienza alla guida della Primavera, Simone Inzaghi potrebbe essere pronto a spiccare il grande salto tra i professionisti, e potrebbe partire proprio dalla Salernitana. Questa, almeno, sembra essere la volontà del patron Lotito, che nelle prossime ore dovrà necessariamente sciogliere il rebus allenatore. Dal suo canto, Simone Inzaghi si è lasciato andare nel pomeriggio odierno a dichiarazioni sibilline. “Sono stati dieci giorni intensi- ha dichiarato l’ex attaccante- C’era questa finale scudetto da preparare. A giochi chiusi potremo pensare al futuro. C’è tempo e tutto può succedere”. Lotito aveva offerto ad Inzaghi la panchina della Salernitana già quamdo la squadra granata militava in seconda divisione, ma al tempo il giovane tecnico non se la sentì di misurarsi in una piazza esigente come quella di Salerno preferendo continuare ad operare nel vivaio biancoceleste. Ora, con due anni di esperienza in più, Inzaghi potrebbe essere finalmente pronto a compiere il grande passo. E quale vetrina migliore per esordire e mettersi in mostra se non quella di una piazza importante, appena ritornata in serie B, come quella granata.

Sport1

Commenti

I commenti sono disabilitati.