Assistenza computer salerno e provincia

Il presidente della Provincia sul 25 aprile: “il sacrificio dei partigiani sia d’esempio”

Domani Canfora sarà in visita al cimitero degli inglesi di Bellizzi

Carmen Incisivo

512

Dopo le polemiche degli ultimi anni sulla Festa della Liberazione che avevano contraddistinto le amministrazioni provinciali di centro- destra (Edmondo Cirielli prima ed Antonio Iannone poi) con il nuovo presidente Giuseppe Canfora, è tornato il sereno. “Concittadine e concittadini della Provincia di Salerno- scrive il presidente in una lettera destinata ai cittadini- l’anniversario del 25 aprile ripropone alla memoria di ciascuno di noi il significato più alto e autentico del momento fondante della nostra storia repubblicana. La Festa della Liberazione è la festa della riunificazione dell’Italia, brutalmente divisa in due, dopo l’8 settembre 1943, dall’occupazione nazifascista”.
Poi il presidente torna all’attualità: “Dinanzi alla crisi che ha investito l’Italia e l’Europa, abbiamo bisogno di attingere alla lezione di unità nazionale che ci viene dalla Resistenza Partigiana, che è uno dei pilastri su cui sono edificate la nostra democrazia e la nostra libertà- ha proseguito Canfora-. Il sacrificio di tanti partigiani, che unì generazioni di cittadini nella guerra di liberazione dal nazifascismo, anche qui, nella nostra Provincia, rappresenta ancora oggi un modello di impegno civile per le giovani generazioni”.
Il presidente ha poi manifestato la necessità di “continuare a rievocare e trasmettere la storia: ci sono ricordi ed avvenimenti che non devono mai essere dimenticati o rimossi dalla memoria, affinché non si disperdano insegnamenti ed esempi di cui abbiamo ancora oggi bisogno”.
Infine un pensiero è andato ai migranti, definiti “vittime innocenti che quotidianamente trovano la morte nel Mediterraneo nel tentativo di fuggire da guerre, povertà e disperazione, inseguendo un barlume di vita migliore” auspicando “iniziative concrete che diano una speranza di riscatto, nella costruzione di un mondo più giusto e più solidale”.
Intanto domani, alle 12, alla presenza dei sindaci del salernitano, il presidente Canfora onorerà le vittime militari dello sbarco di Salerno, deponendo una corona di fiori al Cimitero degli inglesi, nel Comune di Bellizzi, dove sono custoditi i resti di circa 1850 soldati.

Assistenza computer salerno e provincia

Commenti

I commenti sono disabilitati.