Pizzeria Betra Salerno

Granata in musica, le pagelle di Marco Montefusco

I voti e la canzone della settimana per Salernitana-Carpi

203

TERRACCIANO 5: purtroppo il ruolo di portiere richiede un’unica cosa: l’affidabilità. Inutile sottolineare i grandi interventi se poi si lascia passare la palla, su calcio d’angolo, nell’area piccola.
Chiamasi fondamentali.

PERICO 5: giornata da dimenticare, soffre oltre misura. Dopo il cartellino giallo, procurato troppo presto, pensa solo a non farsi cacciare fuori

Schiavi 5: ennesima prestazione nevrastenica. Sempre in affanno e clamorosamente colpevole sul gol decisivo dei carpigiani

(Dal 91′) CACCAVALLO s.v.: nemmeno il tempo di entrare che il vero protagonista del match, l’arbitro, fischia la fine delle ostilità

BERNARDINI 6: incolpevole in questo presepe di difesa

VITALE 6: prestazione sufficiente. Sulla sua fascia c’è ROSINA e troppo spesso si limita a coprirgli le spalle

BUSELLATO 6: buona partita tra mente (gli ho visto fare skills da FIFA 17) e cuore

RONALDO 4,5: giornata negativa. Male male…

(Dal 57′) IMPROTA 6: si muove qualcosa al suo ingresso grazie soprattutto all’uscita di un RONALDO irritante

DELLA ROCCA 6: gioca la sua solita onesta partita: migliore attore non protagonista

ROSINA 6: a tratti è devastante. Peccato che a volte esce fuori dal recinto.
Se riuscissero a farlo concentrare solo sulla fascia di competenza sarebbe una spina nel fianco per qualunque avversario

CODA 4: si è reso subito conto della doppia ingenuità commessa: il secondo fallo completamente inutile e la successiva doppia ammonizione lascia i compagni in dieci. Salterà il derby e, sicuramente, passerà il Natale senza “ciliegina sulla torta” e con un cruccio grande così

DONNARUMMA 5: si conferma un buon giocatore nel modulo a due punte. In tutti gli altri ruoli e schemi stenta sempre

(Dal 45′) JOAO SILVA 3: peggiore in campo nella ripresa, non fa mai la cosa giusta. Stop a inseguire e movimenti incomprensibili.
Si fa notare solo per un pallone spizzato che lancia ROSINA. Tanta confusione: sarà colpa delle scarpe fluo 48! Sabato prossimo spero prenda il pullman “luci d’artista” perchè se raggiunge AVELLINO con i compagni solo un gol alla “MATTICARI” può salvarci

BOLLINI 4: tatticamente sbaglia nel non invertire da subito gli esterni visto che non sono mai rientrati e tantomeno hanno tirato in porta.
Pericoloso ROSINA soprattutto nel secondo tempo ma con JOAO SILVA avanti in modalità birillo e con CODA espulso abbiamo praticamente concesso un ulteriore uomo in più al CARPI.
Solo in alcuni momenti, con scambi veloci palla a terra, si è vista vacillare tutta la sicurezza della formazione ospite.
A questo punto la domanda nasce spontanea: ma questi centimetri di JOAO SILVA a cosa sono serviti? Evidentemente al nulla cosmico!!!
Il derby senza BERNARDINI e CODA squalificati porterà il mister a ripensare molto sulle scelte fatte e da fare cercando di stare “attento al lupo”

Lucio Dalla
Attenti al lupo

Sport1

Commenti

I commenti sono disabilitati.