Pizzeria Betra Salerno

Gli Aerosmith, Nakata e Di Vaio che si sblocca: quel Salernitana-Perugia in A – LE FOTO

Il racconto di quel precedente all'Arechi, era il 15 novembre del 1998

Marco Rarità

940

Era l’inverno del 98, I Don’t Want to Miss a Thing era il brano più ricercato alle manovelle delle radio, alla Casa Bianca c’era ancora Bill Clinton e Marco Pantani più veloce del vento voleva vestirsi di rosa. Era il 15 novembre e il sole illuminava l’Arechi e oltre 30mila spettatori, c’era Salernitana-Perugia. Poco più di 2mila i paganti (con 27.671 abbonati), fischietto in bocca il signor Collina. Granata in campo, manco a dirlo, con il 4-3-3 con Balli, Del Grosso, Fresi, Fusco e Tosto dietro, a centrocampo Gattuso, Breda e Giacomo Tedesco, in avanti Giampaolo, Belmonte al centro e Marco Di Vaio esterno. In panca Vannucchi, Di Michele, Bernardini, Song, Monaco e Chianese. Più coperto il Grifone di Castagner, davanti a Roccati in quattro con Ze Maria, Matrecano, Rivas e Colonnello, in 5 a centrocampo con Nakata leggermente avanzato, in linea invece Petrachi, Campolo, Olive, Rapaic. Unica punta Melli. Sarà la gara del ritorno al gol di Marco Di Vaio, il primo in serie A del bomber romano. Dopo una prima frazione di gioco con pochi sussulti Delio Rossi cambia in avanti, inserisce Di Michele al posto di Giampaolo e la Salernitana cambia marcia, è l’11esimo quando il numero 11 granata sbanca e fa esplodere l’Arechi siglando sotto la curva Nord il suo primo sigillo in massima serie. Abile finta su Ze Maria e palla nel sacco. Il raddoppio arriva sul finale proprio su assist di Di Michele. Perugia annichilito, si torna a casa ad ascoltare la musica degli Aerosmith e sognare un Natale da favola..

salper1 salper2 salper4 salper5

Sport1

Commenti

I commenti sono disabilitati.