Assistenza computer salerno e provincia

Gerardo Calabrese smentisce, nessun aumento Tari per chi possiede un cane in casa

In una nota, l'assessore all'ambiente di Salerno, dichiara: "Non è questa la strada da percorrere"

admin

562

Cani e tasse, la polemica dei cittadini dopo la notizia di ieri si intensifica ma l’assessore all’ambiente Gerardo Calabrese, smentisce l’intenzione dell’amministrazione comunale di inserire il possesso di cani o altri animali di affezione nel calcolo della Tari. Se, quindi, la motivazione è quella di una maggiore produzione di rifiuti da parte di chi possiede un cane, per analogia si dovrebbero “tassare” tutti gli animali domestici.  Ma ad essere colpita dovrebbe essere quella parte di cittadinanza che possiede un cane e che fa dell’inciviltà uno stile di vita, permettendosi di lasciare le strade della città sporche senza preoccuparsi minimamente di preservare l’ambiente. “Non è questa, però, la strada giusta da percorrere per contrastare tale fenomeno”, dichiara Calabrese, in una nota, “occorre continuare a fare leva sia sulla sensibilizzazione, con campagne di comunicazione, sia sull’inasprimento delle sanzioni, come fatto nel 2008 quando, con l’approvazione di una delibera, abbiamo elevato le sanzioni amministrative minime, prevedendo per la “mancata raccolta degli escrementi prodotti dall’animale” la sanzione nella misura ridotta dell’importo di 250 euro. Inoltre, “tassare” i cani in una fase di crisi economica finirebbe con l’incentivare l’abbandono degli animali, con il conseguente aumento del randagismo e delle spese per la gestione dei canili, dove già ora sono ospitati circa 700 cani. A tal proposito, proprio in questi giorni stiamo lavorando ad un progetto di banco alimentare per gli animali, al fine di evitare che chi ha difficoltà economiche decida di privarsi del proprio animale abbandonandolo. Purtroppo l’aumento della sensibilità nei confronti degli animali, registrato in questi ultimi anni, solo in piccola parte è andato di pari passo con la consapevolezza della necessità di essere informati e preparati sui doveri e sui diritti di cui si dispone per la compagnia di un cane o di un qualsiasi altro animale di affezione. Mentre sui diritti degli animali Salerno ha fatto importanti passi in avanti, molto resta ancora da fare sui doveri dei possessori di animali” conclude infine l’assessore, lasciando però ancora aperta e irrisolta la questione.

Assistenza computer salerno e provincia

Commenti

I commenti sono disabilitati.