Pizzeria Betra Salerno

Gabionetta salva la Salernitana a Brescia

Finisce 2-2 al Rigamonti. In inferiorità numerica i granata strappano un punto grazie al gol del brasiliano

Roberta Sironi

1158

BRESCIA-SALERNITANA 2-2
BRESCIA: Minelli, Venuti, Caracciolo, Coly, Mazzitelli (37′ st Abate), Embalo (23′ st Rosso), Geijo, Morosini, Martinelli (23′ st Dall’Oglio), Kupisz, Castellini. A disp.: Arcari, Lancini, Baraye, Bertoli, Marsura, Semprini. All.: R. Boscaglia
SALERNITANA: Strakosha; Colombo, Schiavi, Lanzaro, Franco; Moro, Pestrin, Sciaudone (29′ st Bovo); Gabionetta, Coda (12′ st Troianiello), Donnarumma (20′ st Rossi). A disposizione: Ronchi, Pollace, Empereur, Trevisan, Milinkovic, Perrulli. All. Torrente.
ARBITRO: Davide Ghersini di Genova.
RETI: 44′ pt Schiavi (S); 10′ st e 34′ st Morosini (S), 38′ st Gabionetta.
NOTE: Spettatori 5.000 circa, di cui 900 provenienti da Salerno. Ammoniti Moro (S), Lanzaro (S), Castellini (B), Geijo (B). Al 16′ st espulso Moro (S) per doppia ammonizione. Angoli 4-5. Recupero 1′ e 4′.

BRESCIA. Non riesce l’impresa alla Salernitana che dopo essere passata in vantaggio al “Rigamonti” di Brescia grazie alla rete di Schiavi prima permette ai padroni di casa di ribaltare il risultato con Morosini, autore di una preziosa doppietta, poi riagguanta il pari con un gran gesto tecnico di Gabionetta. Finisce dunque 2-2 la sfida contro le rondinelle. Un punto tutto sommato importante per la Salernitana, conquistato lontano dalle mura amiche dell’Arechi e che apporta continuità a quanto fatto di buono domenica scorsa contro l’Avellino. Torrente schiera la sua Salernitana col collaudato 4-3-3. Difesa immutata rispetto a domenica scorsa mentre a centrocampo la novità è rappresentata dall’impiego di Moro al posto di Bovo che si accomoda in panchina ed in attacco Coda viene utilizzato come terminale offensivo nel tridente completato da Gabionetta e Donnarumma. Nei minuti iniziali si vede un Brescia pimpante ed a tratti aggressivo. La compagine allenata da Boscaglia sorprende un pò la Salernitana sul piano della velocità con gli affondi di Embalo che a tratti semina il panico nella retroguardia granata. Al 6′ da registrare l’azione più pericolosa da parte dei padroni di casa che al termine di una manovra insistita, condita da un presunto fallo di rigore di Schiavi non fischiato però dal direttore di gara, guadagnano un calcio d’angolo su tiro di Coly. La Salernitana risponde al 13′ con una punizione calciata da Coda. Il destro dell’attaccante metelliano si spegne di poco a lato della porta difesa da Minelli. Al 20′ è Geijco che prova ad impensierire Strakosha con un colpo di tacco. La Salernitana si vede a sprazzi. Buone le manovre dei granata che però si fanno pescare spesso in fuori gioco. Da segnalare l’iniziativa di Coda che viene fermato in angolo. Al 41′ un traversone insidioso di Embalo attraversa tutta l’area granata ma non viene sfruttato da nessuno. Quasi allo scadere, al 44′, l’episodio che sblocca l’equilibrio della gara. Kupisz ferma Franco in angolo, dalla bandierina batte Gabionetta il cui traversone trova la testa di Schiavi, ex di turno, che salta più in alto di tutti e mette a segno la rete dell’1-0. In pieno recupero cerca il raddoppio Donnarumma dalla grande distanza ma il tiro del’attaccante ex Teramo sorvola la traversa. Si va a riposo sul risultato di 1-0 in favore della Salernitana. Ad inizio ripresa il Brescia prova subito a rendersi pericoloso. Per circa sei minuti la porta della Salernitana diventa un vero e proprio tiro al bersaglio da parte degli uomini di Boscaglia. Ci prova prima Mazzitelli con un calcio di punizione che si spegne a lato della porta di Strakosha, poi ci prova Morosini che costringe Strakosha a rifugiarsi in angolo. Passano pochi minuti e poi ancora il Brescia davanti alla porta di Strakosha che viene messo a dura prova da Mazzitelli e Kupisz. Coda all’8′ st spreca la più ghiotta delle occasioni solo in area ed in posizione regolare non riesce ad inquadrare di un soffio lo specchio della porta difesa da Minelli calciando clamorosamente a lato. Al 10′ st la caparbietà del Brescia viene premiata. Cross rasoterra di Coly in area per Morosini che questa volta non sbaglia la mira e trova la rete dell’1-1. Torrente corre ai ripari e sostituisce Coda con Troianiello. Al 16′ st però Moro rovina i piani dei granata perchè commette un fallo a centrocampo su Embalo che gli costa il secondo cartellino giallo del match e quindi l’espulsione. In dieci contro undici Torrente è costretto a richiamare in panchina Donnarumma per inserire Rossi. Al 34′ st Dall’Oglio crossa al centro dell’area, si genera una mischia, tocco corto di Coly e zampata vincente di Morosini che supera per la seconda volta Strakosha e mette a segno i gol del 2-1. Una doppietta pesantissima quella di Morosini, che permette al Brescia di ribaltare il risultato al Rigamonti. Il vantaggio delle rondinelle però dura poco perchè al 38′ st Gabionetta lanciato in profondità da Pestrin si districa tra due avversari e con un gran gesto tecnico siglia la rete del 2-2. In pieno recupero la girata di Dall’Oglio si stampa sul palo. Inutile l’assedio del Brescia, dopo 4′ la gara termina sul risultato di 2-2. Un punto prezioso per la compagine allenata da Torrente che sabato prossimo ospiterà all’Arechi lo Spezia.

Sport1

Commenti

I commenti sono disabilitati.