Assistenza computer salerno e provincia

Fonderie Pisano, udienza del riesame sul dissequestro: cittadini davanti al Tribunale

LE FOTO - La presenza del comitato e associazione Salute e Vita

335

Grande indignazione è stata espressa dai cittadini del comitato e dell’associazione Salute e Vita, in merito alla decisione del Tar sulle Fonderie Pisano che nel provvedimento di riapertura, secondo Carla Cirillo e Lorenzo Forte ignora totalmente l’emergenza sanitaria e quella ambientale. “Entrambi gli aspetti sono stati certificati ufficialmente rispettivamente dalla relazione preliminare dello studio epidemiologico Spes e dai controlli dell’Arpac che anche nel 2017 hanno certificato la mancata applicazione delle Bat da parte delle Fonderie e addirittura per la prima volta hanno parlato di un rischio diossina, prodotto dalle stesse fonderie. Pertanto i cittadini indignati per tale ordinanza che ha tenuto conto solo dell’aspetto formale e non la sostanza del problema, ha deciso di continuare la lotta per la Vita e la Giustizia”. Hanno dichiarato i Forte e Cirillo annunciando quello che è stato il presidio di questa mattina, a partire dalle 9, in corso Garibaldi davanti al Tribunale di Salerno, in concomitanza con l’udienza del Tribunale del Riesame che dopo la decisione della Suprema Corte di Cassazione di annullare il dissequestro ottenuto a causa di un errore di valutazione dello stesso riesame, dovrà di nuovo esprimersi in merito a tale vicenda. “Auspichiamo che la giustizia imponga nuovamente il fondamentale e giusto sequestro dello stabilimento, così come disposto nel Giugno del 2016 dalla Procura di Salerno” hanno dichiarato i responsabili del comitato e dell’associazione Salute e Vita.

Assistenza computer salerno e provincia

Commenti

I commenti sono disabilitati.