Pizzeria Betra Salerno

Fabiani: “scossa inevitabile dopo il cambio di allenatore”

"Ho visto giocatori motivati e agguerriti su tutti i palloni"

Gerardo Petretti

316

E’ un Fabiani molto deciso quello che si presenta ai microfoni della stampa dopo la vittoria con l’Entella.

“Il calcio è segnato da episodi, oggi sono stati favorevoli alla Salernitana, se l’Entella avesse realizzato il rigore la partita poteva prendere un’altra piega. Il rigore è a mio avviso discutibile così come l’espulsione di Minala.”

Incalzato sul cambio allenatore il dirigente granata si esprime così:” Oggi c’è stata la scossa che generalmente si ottiene dopo un cambio di allenatore. Tutti i calciatori oggi cercavano di mettersi in mostra. Ora ci attendono due gare per completare il girone di andata e subito dopo Colantuono avrà a disposizione un mini ritiro per inculcare alla squadra il suo credo. Oggi non era facile giocare qui, molte squadre hanno lasciato punti su questo campo”.

Le prime mosse del nuovo tecnico hanno riguardato Adamonis e Kiyine e Fabiani commenta così:”L’allenatore deve mandare in campo chi ritiene più in forma. Abbiamo trenta calciatori che si equivalgono. Le scelte le fa Colantuono.”

L’analisi di Fabiani prosegue sul nuovo corso tecnico dei granata:”Si erano create condizioni che non mi piacevano più, la società doveva intervenire e metterci la faccia. Se abbiamo avuto ragione lo sapremo più avanti. Un risveglio era inevitabile, ho visto una squadra agguerrita su tutte le palle.”

In vista dell’apertura della prossima finestra di mercato il DS granata ha le idee chiare:”Sul mercato non credo ci sia da parlare, non dobbiamo prestare il fianco a faccendieri o procuratori, spesso si leggono notizie false. Dobbiamo lasciare tranquilli i calciatori, siamo in trenta e non vedo motivo di cambiare. Se poi qualcuno dovesse chiedere trasferimenti valuteremo caso per caso. Allo stato attuale ribadisco che non dobbiamo prestare il fianco ai pettegolezzi.”

Sport1

Commenti

I commenti sono disabilitati.