Assistenza computer salerno e provincia

Eboli, arrestati 6 giovani: volevano bruciare una proprietà comunale

Hanno appiccato il fuoco dinanzi il deposito di cisterne idrogeologiche

Marco Rarità

513

Alle 19.30 circa, a Eboli , a seguito di segnalazione di un agente della Polizia di Stato, in servizio presso il Commissariato di Battipaglia, libero dal servizio, i Carabinieri della locale Stazione e del Norm, traevano in arresto per incendio doloso: Giovanni Karim Ben Ammar, Giuseppe Giordano, entrambi pregiudicati nati nel 1987. Arrestati anche E.P. Del 1993, G.C. Del 1995, C.C. Del 1996, M.D.E. Del 1994, quest’ultimo pregiudicato. Tutti, nel primo pomeriggio di ieri, per futili motivi, appiccavano il fuoco, con cartoni e legname, a sterpaglie presenti in un’area di circa 300 mq, antistante al deposito di cisterne idrogeologiche, di proprietà del locale Comune di Eboli, delimitata da inferriata in acciaio e staccionata in legno. Le fiamme, domate dai Vigili del Fuoco di Eboli, procuravano danni in corso di quantificazione alla staccionata in legno. Sono stati eseguiti dei rilievi tecnici da personale del Nucleo Operativo di Eboli. Gli arrestati, dopo le formalità di rito, sono stati sottoposti agli arresti domiciliari.

Sempre il nucleo operativo di Eboli, inoltre, ha tratto in arresto verso le 3 di questa notte un giovane ebolitano, del 1992, sorpreso in flagranza di furto mentre asportava una rete di recinzione di un cantiere edile nel centro storico.

Assistenza computer salerno e provincia

Commenti

I commenti sono disabilitati.