Sport1

Donnarumma e Lapadula, gemelli contro

L'attaccante del Pescara incrocerà un altro ex compagno di reparto

admin

1030

Era la stagione ‘90/91 e la Genova blucerchiata sognava grazie alle magie di Gianluca Vialli e Roberto Mancini. Da qualche altra parte venivano al mondo, proprio agli albori del nuovo decennio, due giovanotti destinati ad andare ad arricchire la folta truppa dei “gemelli del gol”, proprio come furono soprannominati i due eroi dello scudetto doriano. Uno, Gianluca Lapadula, da Torino. L’altro, Alfredo Donnarumma, da Torre Annunziata. Antipodi che più antipodi non si può insomma. Due storie differenti anche calcisticamente, con Lapadula che approda un po’ prima tra i professionisti, a soli 17 anni, rispetto a Donnarumma.

Percorsi diversi, Teramo il punto d’incontro che dà la svolta alle carriere di entrambi. In Abruzzo è la stagione della consacrazione. Agli ordini di mister Vivarini, Lapadula e Donnarumma diventano l’incubo delle difese avversarie. Il girone B di Lega Pro è sfracellato dalle giocate e dai gol a raffica di due che, molto presto, senza bisogno di grosse spiegazioni, diventano i nuovi gemelli del gol. Nessun paragone, per carità. Ma 44 gol in due, in una stagione, è roba da far impallidire anche se si parla di terza serie. Un’alchimia scoppiata immediatamente, che trascina il Teramo fino alla conquista della Serie B. Quel che è successo poi è meglio non ricordarlo. Quel che resta sono le prodezze sul campo di questi due giovanotti, prodotto di un’Italia che fa enorme fatica a lanciare giovani interessanti.

Separare una coppia del genere rappresenta sacrilegio. Così il Teramo in B sembra il palcoscenico ideale per confermare il botto dell’anno precedente. Il tribunale cancella tutto e addio. E allora Pescara sembra la soluzione più congeniale per ricomporre la coppia d’oro, con Lapadula ormai svincolato dal Parma e pronto a firmare con gli abruzzesi dove ritroverebbe il gemello. Niente di tutto ciò. Lapadula arriva, Donnarumma parte con destinazione Salerno.

Domani si ritroveranno ancora, stavolta uno contro l’altro. Tutti e due alla ricerca del primo gol stagionale. Lapadula troverà un altro ex compagno di reparto, Massimo Coda, con cui ha tanto bene fece nella stagione 2012/2013 nell’ND Gorica. Undici le reti in quella stagione, sommate alle diciassette dell’attaccante di Cava dei Tirreni. Un’altra coppia gol niente male. Niente a che vedere però con i gemelli del gol che hanno fatto parlare l’Italia intera. Alfredo Donnarumma e Gianluca Lapadula, domani gemelli contro.

Sport1

Commenti

I commenti sono disabilitati.