Assistenza computer salerno e provincia

Continua la diatriba per il servizio di Sanificazione ambientale

Di chi sono le responsabilità? Chi deve intervenire? Ecco il comunicato della Cigl

Riccardo Siena

631

Continua l’assurda diatriba per quanto riguarda la disinfestazione di topi, blatte e zanzare sul territorio salernitano. In un primo momento, l’Asl aveva affidato il trattamento di disinfestazione e derattizzazione all’Ati Tineos di Marcianise, località in provincia di Caserta, con decorrenza prevista per il 18 agosto 2014. Tuttavia, la questione ha generato una serie di dubbi riguardanti il Capitolato d’appalto, i costi del servizio e la distribuzione dei compiti fra i vari addetti al servizio. La situazione è poi degradata nel mese di luglio, quando è iniziato un vero e proprio ping pong di responsabilità fra i vari enti, che ha prodotto solo danni di immagine alla città e alla salute degli addetti ai lavori. Difatti, dopo un lungo periodo in cui il servizio era a carico dei vari comuni del salernitano, la legge n.16/2010 ha passato la zavorra alle Aziende sanitarie locali.
Dopo un breve periodo, c’è stato un ennesimo cambio di direzione: l’allora presidente della regione Campania Caldoro , valutando non indispensabile tale servizio, dispose la cessazione delle attività e la sospensione delle norme regionali. Il comune di Salerno ha poi fatto ricorso al Tribunale amministrativo regionale , facendo sì che il servizio di Sanificazione ambientale tornasse nelle mani dei privati che non permettono un’ accurata esecuzione dei lavori. Con un comunicato stampa pubblicato in giornata dal Segretario generale della Cigl Angelo de Angelis, si fa appello al nuovo Governatore della Campania affinché disponga nuove proposte di ordine tecnico ed operativo per far fronte allo spreco di denaro pubblico e per garantire finalmente un servizio efficiente per i cittadini.

Assistenza computer salerno e provincia

Commenti

I commenti sono disabilitati.