Pizzeria Betra Salerno

Contatti con la Dea: si trattano i gioielli dell’Atalanta

Musa Barrow il sogno di Fabiani: giocatore cercato da mezza Italia, nel mirino anche Luca Vido che quest'anno ha esordito in A

905

Si accende il mercato in casa granata e si accende, forte, l’asse Salerno-Bergamo con Fabiani che ha prenotato un appuntamento con il ds dell’Atalanta Giovanni Sartori. Come si legge sul quotidiano Il Mattino, oggi in edicola, nel mirino del diesse granata tanti giovani della Dea, ragazzi che si sono messi in luci soprattutto negli ultimi 6 mesi dell’anno e che cercano spazio per dimostrare il loro valore. Due su tutti, Luca Vido e Musa Barrow, rispettivamente classe 1997 e 1998, entrambi attaccanti. Per il primo maggiore “esperienza” con l’esordio in B lo scorso anno al Cittadella di Venturato: 12 presenze e quattro reti, punta mobile, forte fisicamente, il classico attaccante moderno abile a giocare sia in coppia che come unico punto di riferimento. Quest’anno, come è immaginabile, ha trovato poco spazio nell’Atalanta del Gasp, pur collezionando 4 presenti in A.  Poi c’è il gambiano Musa Barrow, su di lui mezza Italia, numeri da far impazzire nella primavera di Brambilla: 17 gol e cinque assist con prestazioni esplosive. Il Gasp lo ha spesso convocato in prima squadra ma il ragazzo non ha mai esordito in A, ancora non conosce il professionismo e la Salernitana vuole battezzarlo in maglia granata. Discorso analogo quello per Filippo Melegoni, mediano della primavera dell’Atalanta, finito sul taccuino di tante società cadette, insieme al centrocampista svizzero Nicolas Haas, 21 anni, nel giro della prima squadra dopo essere stato acquistato in estate: 2 presenze in A e la possibilità di andar via in prestito per valorizzarsi.

Sport1

Commenti

I commenti sono disabilitati.