Scarpe per bambini - Millepiedi

A Campagna un Centro sociale dedicato alla vita indipendente

La coordinatrice Rosanna Vignola: “Vogliamo dimostrare che è possibile garantire a tutti il diritto di vivere la propria vita indipendente”

113

Un sogno mosso dalla passione è diventato realtà. Lo scorso 28 Aprile a Puglietta, frazione del Comune di Campagna, il Progetto My Life – Centro per la Vita Indipendente, con il sostegno della Fondazione CON IL SUD, ha finalmente spalancato le sue porte alla comunità. La struttura, di proprietà dell’ASL di Salerno, è rimasta chiusa per diversi anni ed è stata quindi riqualificata e valorizzata con opere di manutenzione straordinaria dal Comune di Campagna, concessionario del bene, per accogliere persone con disabilità. Per far sì che il sogno non restasse chiuso in un cassetto è servito un partenariato importante composto da organismi del Terzo Settore (Associazioni Unanimus e DPI Campania, Coop. Anche Noi, AVI di Roma, Croce Gialla di Eboli) ed enti pubblici (Comune di Campagna, Piano Sociale di Zona S3, ASL Salerno, CIRPS Sapienza Università di Roma).

Il Centro, unico nel suo genere in tutto il panorama del Sud Italia, ha come obiettivo quello di garantire la possibilità a giovani con disabilità di vivere come chiunque altro, avendo il diritto e la libertà di prendere decisioni riguardanti la propria esistenza. Tutto questo è la Vita Indipendente, protagonista del Progetto My Life che vuole affermare nuove prospettive culturali che mettono al centro la dignità dell’essere umano in quanto tale.

«Questo progetto ci dà la possibilità di operare un decisivo cambiamento culturale: la persona con disabilità diventa protagonista della propria vita, le vengono dati gli strumenti per “Scegliere e Progettare” un proprio percorso esistenziale, superando la visione assistenzialistica che ancora oggi perdura nella nostra società» afferma la coordinatrice del Progetto, la dottoressa Rosanna Vignola, che aggiunge: «La grande sfida è il target che viene coinvolto nella nostra sperimentazione: la disabilità intellettiva e relazionale, finora trascurata dai più ampi programmi di sostegno alla Vita Indipendente. Vogliamo dimostrare che è possibile garantire davvero a tutti il diritto a vivere la propria Vita Indipendente». A più di un mese dall’inaugurazione, sono tante le attività svolte ogni giorno con regolarità: la mattina è attivo il laboratorio dell’autonomia, grazie al quale gli ospiti del Centro imparano a gestire la propria persona e l’ambiente circostante; durante il pomeriggio, invece, è possibile sviluppare abilità e capacità con il laboratorio dell’empowerment. L’ampiezza della struttura permette di sperimentare in modo completo la Vita Indipendente grazie alla presenza di camere da letto e zona living con percorsi abitativi autonomi in piccoli gruppi di conviventi; una palestra recuperata grazie alla Fondazione Decathlon che permette ai frequentatori di cimentarsi in svariate attività sportive, dal basket al ping-pong, al fitness perché lo sport è un ulteriore strumento per appiattire le differenze e favorire l’inclusione reale.

Non meno secondario è il diritto al lavoro e per questo il Progetto My Life attiva tirocini con attività di formazione e tutoraggio presso Enti della zona: una vera work-experience con protagoniste le persone con disabilità. I luoghi d’interesse del Progetto sono i Comuni di Campagna, Eboli e l’area del Piano Sociale di Zona S3. È anche attivo un servizio di navetta da e per il Centro affinché possa essere uno spazio aperto e accessibile per chiunque. Perché essere indipendenti è un diritto di tutti.

Matterello - Pizzeria a salerno

Commenti

I commenti sono disabilitati.