Assistenza computer salerno e provincia

Agro nocerino-sarnese, arrestate tre persone dai Carabinieri

Due giovani extracomunitari fermati per furto aggravato, e un giovane di Sarno per detenzione e spaccio

Federica D'Ambro

775

Blitz dei Carabinieri, arrestate tre persone nell’agro nocerino – sarnese. Continuano i servizi straordinari di controllo del territorio dei Carabinieri del Reparto Territoriale di Nocera Inferiore che ieri, in distinte
operazioni, hanno arrestato tre persone. I militari della Stazione di San Marzano sul Sarno hanno arrestato per furto aggravato due cittadini dell’est europeo, Leonid Lyutko, ucraino di 38 anni e Ion Tibirna,
moldavo di 37 anni, entrambi senza fissa dimora.
I Carabinieri li hanno sorpresi all’interno di un capannone di un’azienda agricola dismessa, mentre asportavano cavi elettrici di rame del peso complessivo di circa 20 kilogrammi. Il prezioso metallo, del valore di oltre 150 euro, è stato subito restituito al legittimo proprietario.
I due stranieri sono stati trattenuti nelle camere di sicurezza, in attesa del rito direttissimo previsto per la mattinata odierna presso il Tribunale di Nocera Inferiore.
Successivamente, i Carabinieri della Sezione Operativa, supportati da quelli del Nucleo Cinofili di Sarno,
hanno arrestato un pregiudicato di San Marzano sul Sarno, Felice Cicalese, 42 enne.
I militari hanno sorpreso l’uomo a spacciare, nei pressi della sua abitazione, una dose di hashish ad un giovane del luogo. Nel corso della successiva perquisizione domiciliare, il 42 enne è stato trovato in possesso di ulteriori 15 dosi di cocaina pari a 15 grammi, due bilancini di precisione, materiale per il confezionamento dello stupefacente e la somma contante di 2.875 euro, verosimilmente provento dell’attività illecita, tutto sottoposto a
sequestro. Il Cicalese, arrestato per detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti, è stato tradotto al
carcere di Salerno a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

Assistenza computer salerno e provincia

Commenti

I commenti sono disabilitati.