Assistenza computer salerno e provincia

“La Piuma di Faletti” ispira un musical: anteprima nazionale al Teatro delle Arti

L'appuntamento domani alle 21, in sala ci sarà anche la moglie dell'artista scomparso nel 2014, Roberta Bellesini

Federica D'Ambro

351

Sarà il Teatro delle Arti di Salerno ad ospitare, domani (venerdì 26 gennaio 2018), alle ore 21, l’anteprima nazionale dello spettacolo “Una piuma è fatta per volare”, liberamente tratto dal libero ‘La piuma’ di Giorgio Faletti edito Baldini & Castoldi. Il testo, le musiche e le liriche sono del giovane salernitano Marco De Simone. Il cast è formato da Giorgia Casciello, Felice Avella, Tina Casciello, Mario De Caro, Marco De Simone, Enzo Tota e il corpo di ballo di Campania Danza. La regia dello spettacolo è di Marcello Andria; le coreografie sono firmate Antonella Iannone. Scene e costumi sono disegnati da Luca De Simone, le scene sono realizzate da Luca Capogrosso. Lo spettacolo è prodotto da Musiké e dall’Associazione Campania Danza; l’evento è organizzato dal C.O.S. Teatro Delle Arti ed è patrocinato dal Comune di Salerno, dalla Regione Campania e dal MiBACT.
In sala domani sera sarà presente Roberta Bellesini Faletti, moglie dello scrittore, attore e cantautore scomparso il 4 luglio 2014 e definito dalla critica “figura unica, irripetibile, amabilmente eccentrica di versatilità artistica”.
“Una piuma è fatta per volare” è uno spettacolo poetico, in cui il pubblico ascolta soprattutto le cose non dette, ma danzate, suonate, mimate. Come un tenue sussurro, la danza della piuma conduce lo spettatore verso la scoperta, sempre sorprendente, delle variopinte sfumature dell’umanità. Silenziosa e leggera, la piuma viene travolta dall’avarizia, dall’odio, dalla meschinità, dall’ingiustizia, dalla sofferenza, ma continua imperterrita il suo viaggio alla ricerca di chi possa riscoprire nel suo delicato candore una speranza di bellezza e di vita. Uno spettacolo per tutti, per gli adulti che vogliono guardare con gli occhi dei bambini e per i bambini che scelgono quale parte occupare nel mondo degli adulti.
«Quando mi è capitato il testo tra le mani – dice De Simone – è stato amore a prima vista. Ho sempre ammirato la figura poliedrica del maestro Faletti, il mitico professor Martinelli per tutti quelli della mia generazione, ma anche il Faletti dei romanzi, del cabaret e di “Signor tenente”. Quando la sua piuma si è posata sul mio foglio bianco, ho immaginato subito di dare voce e suono alle sue parole. Spero di averlo fatto nel miglior modo possibile».
L’evento di anteprima è realizzato grazie al contributo di aziende e associazioni che hanno deciso di sostenere il progetto. Tra queste, Caffè Motta e Croce Bianca sez. di Salerno.

Assistenza computer salerno e provincia

Commenti

I commenti sono disabilitati.