Assistenza computer salerno e provincia

Baronissi: task force ambiente, 24 sanzioni

I DETTAGLI - E nel bando dei rifiuti l'incarico alla società vincitrice

149

A due mesi dall’avvio, prosegue senza sosta l’azione della task force del Comune di Baronissi messa in campo per la verifica dell’esatto conferimento dei rifiuti e per il controllo ambientale del territorio. La task force, coordinata dal comandante della Polizia municipale Francesco Tolino, è composta da agenti della Polizia locale, tecnici dell’Ufficio Ambiente e da operai della ditta che cura la raccolta differenziata in città. Serrata attenzione agli orari e alle modalità di conferimento dei rifiuti urbani: centinaia i controlli registrati i questi mesi con 24 sanzioni (e un totale di oltre quattromila euro) elevate a cittadini che hanno violato le norme per il corretto deposito. Le multe variano da 100 a 500 euro. Le zone più “colpite” – dove è stato elevato il maggior numero di sanzioni – sono Saragnano, Aiello, Antessano e la centrale via Ferreria. “I controlli sono indispensabili per debellare le cattive abitudini di alcuni cittadini che non rispettano le regole – spiega il sindaco Gianfranco Valiante – in particolare per gli orari e i turni di conferimento, finendo per incidere sulla percentuale della differenziata e soprattutto per il decoro della città. Privilegiamo sempre e comunque l’interlocuzione con i cittadini e la collaborazione ma continueremo ad essere rigorosi verso chi non si adegua. Vogliamo Baronissi una città europea, sempre più bella e vivibile”. Il Comune ricorda che i sacchi vanno esposti – secondo il calendario della raccolta differenziata – la sera dopo le ore 20.30 e non oltre le 4 del mattino. Intanto, entro poche ore, sarà ufficialmente affidato l’incarico alla società vincitrice della gara per i rifiuti. La durata dell’appalto è di sette anni con un importo stimato complessivo, compresi gli oneri per la sicurezza, di 12,6 milioni di euro. “Il nuovo appalto – spiega l’assessore Serafino De Salvo – prevede, oltre alla raccolta dei rifiuti, il lavaggio e la sanificazione delle strade, la gestione dell’Isola Ecologica e dei rapporti con l’utenza, della comunicazione e della sensibilizzazione nei confronti della comunità che diventa elemento centrale per le politiche ambientali. Avremo una maggiore qualità nell’organizzazione del servizio di spazzamento e un complessivo miglioramento del servizio di raccolta. L’obiettivo è aumentare la percentuale di differenziata che sfiora oggi l’83% e dotare la città di servizi sempre più di eccellenza”. I rallentamenti nell’affidamento dell’appalto sono stati causati dalle procedure per le opportune valutazioni legate all’interdittiva antimafia che ha colpito la ditta che inizialmente si era aggiudicata il bando. Espletate nella massima trasparenza e legalità tutte le procedure, sarà conferito l’incarico alla società che ha vinto la gara. Il sindaco Valiante conclude: “E’ un affidamento improntato alla massima trasparenza e all’assoluto rigore. Abbiamo respinto l’impresa classificatasi nella gara al primo posto perché colpita da interdittiva. A Baronissi con noi non c’è posto per chi non ha condotta adamantina”.

Assistenza computer salerno e provincia

Commenti

I commenti sono disabilitati.